documents-and-formalities-travel-airport-security

Formalità e i requisiti di accesso

Photo of passengers walking on the Tahiti Faa'a tarmac with their carry on luggages

Documenti di viaggio

È responsabilità del passeggero ottenere e portare cn sé  tutti i documenti validi richiesti per il viaggio (passaporto, regolamenti di ingresso, vaccinazioni, visti ...) e fondi sufficienti per coprire la durata del soggiorno. È necessario controllare le date di scadenza di questi documenti e rinnovarli se necessario.

Presentarsi al check-in 3 ore prima della partenza. Chiusura del check-in 1 ora prima della partenza.

Biglietti

Si raccomanda di conservare la ricevuta del biglietto elettronico Air Tahiti Nui, perché potrà essere richiesta allo sportello del check-in o alla dogana come prova del biglietto di ritorno.

Tutti i passeggeri muniti di biglietti cartacei devono essere in possesso del biglietto emesso da Air Tahiti Nui o dall’agente di viaggio.

Man stading in front of the Air Tahiti Nui checkin counter at the airport

 Formalità e i requisiti di accesso

Per trovare tutte le informazioni necessarie sulle formalità e i requisiti di accesso in tutti i paesi serviti da Air Tahiti Nui.

Ogni visitatore della Polinesia Francese deve essere in possesso di un biglietto di ritorno al suo paese di residenza o verso altre due destinazioni e fondi sufficienti per coprire le sue spese durante il soggiorno in Polinesia Francese.

Per i cittadini americani e canadesi: È necessario un passaporto valido tre mesi dopo la data di partenza dalla Polinesia Francese. Se il soggiorno non è superiore a un mese, non è necessario ottenere un visto. Un cittadino straniero con permesso di soggiorno negli Stati Uniti deve seguire le stesse regole e deve contattare il consolato francese per ulteriori informazioni. I seguenti cittadini americani potrebbero dover ottenere un visto di breve durata: titolari di passaporti diplomatici e ufficiali in missione, studenti che studiano nella Polinesia Francese, giornalisti in missione, membri dell'equipaggio, e quelli che svolgeranno un’attività lavorativa nella Polinesia Francese (inclusi scienziati e artisti).

Per i cittadini francesi: È necessario un passaporto valido tre mesi dopo la data di partenza dalla Polinesia Francese.

Per i cittadini australiani e neozelandesi: È necessario un passaporto valido tre mesi dopo la data di partenza dalla Polinesia Francese. Se il soggiorno non è superiore a un mese, non è necessario ottenere un visto per i cittadini neozelandesi come pure per i cittadini australiani, a meno che non svolgano un'attività lavorativa nella Polinesia Francese.

Per i cittadini giapponesi: È necessario un passaporto valido tre mesi dopo la data di partenza dalla Polinesia Francese. Se il soggiorno non è superiore a un mese, non è necessario ottenere un visto.

Per gli altri paesi documenti di viaggio e visti: Si prega di contattare il consolato francese per chiedere informazioni specifiche per quanto riguarda l'entrata in Polinesia francese, i documenti necessari possono essere diversi da quelli richiesti in Francia.

Formalità di ingresso e di transito in territorio americano: I cittadini dei paesi aderenti al programma di esenzione dal visto* che intendono recarsi negli Stati Uniti e rimanervi fino a un massimo di 90 giorni, dovranno ottenere l’autorizzazione al viaggio prima della partenza, sul seguente sito internet protetto: https://esta.cbp.dhs.gov/esta/

Si può presentare la domanda in qualsiasi momento prima di partire per gli Stati Uniti. Tuttavia, si consiglia di inviarla almeno 72 ore prima della partenza. Se è previsto nel proprio itinerario una corrispondenza o un transito negli Stati Uniti, è necessario soddisfare anche i requisiti d’ingresso negli Stati Uniti.

Ogni passeggero è l’unico responsabile del rispetto delle leggi e dei regolamenti in vigore relativi al viaggio nei paesi visitati, sia per soggiorno, partenza o passaggio (corrispondenza).

Una volta rilasciata e, a meno che non venga revocata, l'autorizzazione al viaggio è valida per due anni dalla data di emissione o fino alla scadenza del passaporto. Si consiglia ai viaggiatori di conservare una copia dell’autorizzazione per ogni viaggio o transito attraverso gli Stati Uniti. Si raccomanda vivamente di aggiornare l’autorizzazione prima di ogni viaggio negli Stati Uniti utilizzando il numero della pratica che verrà fornito tramite il sito dell’ESTA.

Necessario per il passaporto: il Dipartimento della Sicurezza Interna (DHS) ricorda ai viaggiatori dei 38 paesi appartenenti al programma di esenzione dal visto (VWP), che devono avere un passaporto a lettura ottica per entrare negli Stati Uniti senza visto. I cittadini di altri paesi devono procurarsi un visto turistico per soggiorni di durata massima di 90 giorni da ottenere presso il consolato americano più vicino.

I requisiti di ingresso e i regolamenti doganali sono soggetti a modifiche senza preavviso. Prima di un viaggio all’estero assicurarsi di controllarli con l’agente di viaggio e/o le autorità competenti. Ogni passeggero è l’unico responsabile dei documenti di viaggio necessari per recarsi nei paesi che intende visitare.

Cliccare qui per i link ai siti web per un visto turistico che forniscono informazioni generali sugli Stati Uniti.

* Andorra - Australien - Österreich - Belgien - Brunei - Chile - Tschechische Republik - Dänemark - Estland - Finnland - Frankreich - Deutschland - Griechenland - Ungarn - Island - Irland - Italien - Japan - Lettland - Liechtenstein - Litauen - Luxemburg - Malta - Monaco - Niederlande - Neuseeland - Norwegen - Portugal - San Marino - Singapur - Slowakei - Slowenien - Südkorea - Spanien - Schweden - Schweiz - Taiwan - Vereinigtes Königreich

I cittadini dei paesi aderenti al programma di esenzione dal visto* che intendono recarsi negli Stati Uniti e rimanervi fino a un massimo di 90 giorni, dovranno ottenere l’autorizzazione al viaggio prima della partenza, sul seguente sito internet protetto: https://esta.cbp.dhs.gov/esta/

Qualsiasi richiesta di autorizzazione ESTA deve essere presentata almeno 72 ore prima della partenza del volo. Le approvazioni istantanee non sono più disponibili. Il sistema di autorizzazione elettronica dei viaggi di solito restituisce lo stato di una richiesta ESTA entro 72 ore. Si raccomanda al richiedente di verificare lo stato della sua domanda tramite il sito ufficiale ESTA.

Una volta rilasciata e, a meno che non venga revocata, l'autorizzazione al viaggio è valida per due anni dalla data di emissione o fino alla scadenza del passaporto. Si consiglia ai viaggiatori di conservare una copia dell’autorizzazione per ogni viaggio o transito attraverso gli Stati Uniti. Si raccomanda vivamente di aggiornare l’autorizzazione prima di ogni viaggio negli Stati Uniti utilizzando il numero della pratica che verrà fornito tramite il sito dell’ESTA.

Necessario per il passaporto: il Dipartimento della Sicurezza Interna (DHS) ricorda ai viaggiatori dei 38 paesi appartenenti al programma di esenzione dal visto (VWP), che devono avere un passaporto a lettura ottica per entrare negli Stati Uniti senza visto. I cittadini di altri paesi devono procurarsi un visto turistico per soggiorni di durata massima di 90 giorni da ottenere presso il consolato americano più vicino.

I requisiti di ingresso e i regolamenti doganali sono soggetti a modifiche senza preavviso. Prima di un viaggio all’estero assicurarsi di controllarli con l’agente di viaggio e/o le autorità competenti. Ogni passeggero è l’unico responsabile dei documenti di viaggio necessari per recarsi nei paesi che intende visitare.

Cliccare qui per i link ai siti web per un visto turistico che forniscono informazioni generali sugli Stati Uniti.

* Andorra - Australien - Österreich - Belgien - Brunei - Chile - Tschechische Republik - Dänemark - Estland - Finnland - Frankreich - Deutschland - Griechenland - Ungarn - Island - Irland - Italien - Japan - Lettland - Liechtenstein - Litauen - Luxemburg - Malta - Monaco - Niederlande - Neuseeland - Norwegen - Portugal - San Marino - Singapur - Slowakei - Slowenien - Südkorea - Spanien - Schweden - Schweiz - Taiwan - Vereinigtes Königreich

Ogni viaggiatore che visita la Francia deve avere un passaporto valido sei mesi dopo la data di partenza. Non è necessario alcun visto per soggiorni di durata inferiore ai 90 giorni per i cittadini dei paesi seguenti: Stati Uniti, Canada, Nuova Zelanda, Giappone, Svizzera, Gran Bretagna e altri paesi dell'Unione europea. I cittadini australiani devono ottenere un visto presso il consolato francese. I cittadini del resto del mondo possono ottenere il visto presso l’ufficio del turismo francese o il consolato più vicino.

I requisiti di ingresso e i regolamenti doganali sono soggetti a modifiche senza preavviso. Prima di un viaggio all’estero assicurarsi di controllarli con l’agente di viaggio e/o le autorità competenti. Ogni passeggero è l’unico responsabile dei documenti di viaggio necessari per recarsi nei paesi che intende visitare e rispettare le leggi e i regolamenti in vigore nei paesi visitati, sia per soggiorno, partenza o passaggio (corrispondenza).

Formalità di ingresso e di transito nel territorio americano: I cittadini dei paesi aderenti al programma di esenzione dal visto* che intendono recarsi negli Stati Uniti e rimanervi fino a un massimo di 90 giorni, dovranno ottenere l’autorizzazione al viaggio prima della partenza, sul seguente sito internet protetto: https://esta.cbp.dhs.gov/esta/ 

Si può presentare la domanda in qualsiasi momento prima di partire per gli Stati Uniti. Tuttavia, si consiglia di inviarla almeno 72 ore prima della partenza. Ogni passeggero è l’unico responsabile del rispetto delle leggi e dei regolamenti in vigore relativi al viaggio nei paesi visitati, sia per soggiorno, partenza o passaggio (corrispondenza).

Una volta rilasciata e, a meno che non venga revocata, l'autorizzazione al viaggio è valida per due anni dalla data di emissione o fino alla scadenza del passaporto. Si consiglia ai viaggiatori di conservare una copia dell’autorizzazione per ogni viaggio o transito attraverso gli Stati Uniti. Si raccomanda vivamente di aggiornare l’autorizzazione prima di ogni viaggio negli Stati Uniti utilizzando il numero della pratica che verrà fornito tramite il sito dell’ESTA.

Necessario per il passaporto: il Dipartimento della Sicurezza Interna (DHS) ricorda ai viaggiatori dei 38 paesi appartenenti al programma di esenzione dal visto (VWP), che devono avere un passaporto a lettura ottica per entrare negli Stati Uniti senza visto. I cittadini di altri paesi devono procurarsi un visto turistico per soggiorni di durata massima di 90 giorni da ottenere presso il consolato americano più vicino.

I requisiti di ingresso e i regolamenti doganali sono soggetti a modifiche senza preavviso. Prima di un viaggio all’estero assicurarsi di controllarli con l’agente di viaggio e/o le autorità competenti. Ogni passeggero è l’unico responsabile dei documenti di viaggio necessari per recarsi nei paesi che intende visitare.

Cliccare qui per i link ai siti web per un visto turistico che forniscono informazioni generali sugli Stati Uniti.

* Andorra - Australien - Österreich - Belgien - Brunei - Chile - Tschechische Republik - Dänemark - Estland - Finnland - Frankreich - Deutschland - Griechenland - Ungarn - Island - Irland - Italien - Japan - Lettland - Liechtenstein - Litauen - Luxemburg - Malta - Monaco - Niederlande - Neuseeland - Norwegen - Portugal - San Marino - Singapur - Slowakei - Slowenien - Südkorea - Spanien - Schweden - Schweiz - Taiwan - Vereinigtes Königreich

Ogni persona che entri in Nuova Zelanda deve essere in possesso di:

  • un passaporto valido per 3 mesi oltre la data di ritorno, o
  • un passaporto valido per 1 mese dalla partenza, ma solo se il passaporto è stato rilasciato da un Paese che abbia un'ambasciata o un consolato neozelandese che rilasci passaporti,
  • un biglietto di andata/ritorno per un Paese nel quale si sia autorizzati ad entrare, e denaro sufficiente per mantenersi durante il proprio soggiorno, all'incirca 1000 dollari neozelandesi al mese a persona. 

NUOVI REQUISTI PER L'INGRESSO IN NUOVA ZELANDA

Electronic Travel Authority (ETA) e International Visitor Conservation and Tourism Levy (IVL) neozelandesi per viaggiatori con esenzione dal visto.

  1. A partire dal 1° agosto 2019, i viaggiatori esentati dall'obbligo del visto potranno richiedere un'Electronic Travel Authority (ETA), che diverrà obbligatoria per viaggiare a partire dal 1° ottobre 2019.
  2. A partire da questa data, diverrà obbligatoria  un'International Visitor Conservation and Tourism Levy (IVL).

Chi deve essere in possesso di un'ETA?

  • cittadini di Paesi esenti dall'obbligo del visto,
  • australiani stabilmente residenti.
  • Tutti passeggeri di nave da crociera, indipendentemente dalla nazionalità.
  • A partire dal 1 ottobre 2019, i passeggeri provenienti da un Paese esente dall'obbligo del visto o da un Paese esente dall'obbligo del visto di transito che stiano attraversando la Nuova Zelanda hanno anche l'obbligo di essere in possesso di un'ETA, anche ove la Nuova Zelanda non costituisca la loro destinazione finale.

I titolari di passaporto neozelandese e australiano e i viaggiatori in possesso di un visto neozelandese valido non hanno bisogno di avere un'ETA.

Quando richiedere un'ETA e pagare la propria IVL?

A partire dal 1° agosto 2019, vi sono 2 modalità per richiedere la propria ETA e pagare la propria IVL:

  1. Scaricare l'app per l'"Immigrazione in Nuova Zelanda" sul proprio telefono cellulare.
  2. Compilare il modulo sul sito «Immigrazione in Nuova Zelanda»

Richiedere il proprio ETA con congruo anticipo sul proprio viaggio in Nuova Zelanda. Per l'approvazione del proprio ETA possono essere necessarie fino a 72 ore.

Validità e costo:

Un'ETA durerà fino a 2 anni e ha un costo di 9,00 $ NZD per le richieste effettuate con l'applicazione mobile e di 12,00 $ NZD per le richieste effettuate tramite browser web.

International Visitor Conservation and Tourism Levy (IVL)

  • L'IVL sarà introdotta insieme all'ETA e costerà 35,00 $ NZD.
  • Una volta pagata, l'IVL durerà per tutto il periodo di validità dell'ETA. Potrà essere pagata all'atto della richiesta del visto o dell'ETA a partire dal 1 agosto 2019.
  • Gli australiani stabilmente residenti dovranno essere in possesso di un'ETA ma non dovranno pagare l'IVL.

Domande importanti:

Mi serve un visto per recarmi in Nuova Zelanda (es. Visti per studenti o vacanze-lavoro...). Cosa debbo fare se arrivo in Nuova Zelanda dopo il 1° agosto 2019?
Se richiedi un visto dopo il 1° agosto 2019, ti potrebbero essere addebitate le commissioni IVL insieme alle commissioni per la richiesta del visto. Se hai richiesto un visto prima del 1° agosto 2019, l'IVL non è pagabile, anche se arrivi dopo il 1° agosto 2019.

Cosa debbo fare se non ho bisogno di un visto per recarmi in Nuova Zelanda prima del 1°ottobre 2019 (cittadino esente dall'obbligo del visto) e non sono australiano?
Non vi sono modifiche ai requisti per l'ingresso prima del 30 settembre 2019. Puoi richiedere un'ETA dal 1 agosto° ma non è obbligatorio. Se decidi di richiedere un'ETA, può venirti addebitata l'IVL insieme alla commissione per la richiesta (il sistema controllerà automaticamente se sei esente o meno).

Cosa debbo fare se non ho bisogno di un visto per recarmi in Nuova Zelanda il o dopo il 1°ottobre 2019 (cittadino esente dall'obbligo del visto) e non sono australiano?
Devi essere in possesso di un'ETA o non potrai salire a bordo del tuo aereo. Quando richiedi un'ETA, può venirti addebitata l'IVL insieme alla commissione per la richiesta (il sistema controllerà automaticamente se sei esente o meno).

Cosa debbo fare se ho già prenotato il mio viaggio in Nuova Zelanda?
Potrai richiedere la tua ETA e pagare la tua IVL dal 1° agosto, e prima che l'ETA diventi obbligatoria il 1° ottobre 2019.

Sul passaporto ho sia il cognome da nubile sia quello da coniugata. Quale devo usare per la richiesta della NZeTA ?
Il cognome usato nella NZeTA deve corrispondere alla parte del passaporto leggibile da una macchina. Per una donna sposata che ha sul passaporto entrambi i cognomi è obbligatorio usare il cognome da NUBILE.

Per ulteriori informazioni clicca qui: http://www.immigration.govt.nz
Siccome i Requisiti di Ingresso e i Regolamenti Doganali sono soggetti a modifiche senza preavviso, effettua sempre le opportune verifiche con il tuo operatore turistico e/o con le autorità competenti prima di intraprendere un viaggio internazionale. È responsabilità di ciascun passeggero portare con sé i documenti di viaggio appropriati e soddisfare i requisiti di ingresso in ogni Paese da cui parte, in cui arriva o sorvola (in transito).

Ogni viaggiatore che visita l'Australia deve avere un passaporto valido, un visto ETA (autorizzazione elettronica) o un normale visto non elettronico, un biglietto di ritorno o di andata e ritorno e fondi sufficienti. Si richiede un visto ETA turistico o per lavoro o un visto normale per un soggiorno non superiore a tre mesi. I moduli per la domanda sono disponibili presso le agenzie di viaggio o sul Web https://www.australia.gov.au/information-and-services/immigration-and-visas o contattando l'ufficio di visti australiani.

Il governo australiano ha elaborato TravelSECURE, un nuovo sito internet molto pratico, per aiutare a passare i controlli di sicurezza in modo più rapido e veloce, per assicurare ai visitatori di essere preparati al meglio per il viaggio. TravelSECURE è un sito facile da usare che raccoglie le informazioni personali dei viaggiatori e le informazioni relative alla sicurezza del trasporto, dei video e delle schede informative in un unico posto. Il sito indica anche i prodotti vietati, il controllo dei passeggeri e dei loro bagagli e le restrizioni in materia di liquidi, aerosol e gel. I viaggiatori troveranno altresì consigli per viaggiare con i figli, i laptop, le medicine e le attrezzature sportive. Le pagine chiave di TravelSECURE sono state tradotte in arabo, cinese, giapponese e spagnolo per consentire un accesso più ampio.

Visitare  https://www.homeaffairs.gov.au/about-us/what-we-do/travelsecure/overview per ulteriori informazioni

I requisiti di ingresso e i regolamenti doganali sono soggetti a modifiche senza preavviso. Prima di un viaggio all’estero assicurarsi di controllarli con l’agente di viaggio e/o le autorità competenti. Ogni passeggero è l’unico responsabile dei documenti di viaggio necessari per recarsi nei paesi che intende visitare e rispettare le leggi e i regolamenti in vigore nei paesi visitati, sia per soggiorno, partenza o passaggio (corrispondenza).

Ogni viaggiatore che visita il Giappone deve possedere un passaporto valido. In genere è richiesto un visto a seconda della nazionalità del viaggiatore e dello scopo della visita. Da verificare con il proprio agente di viaggio o il consolato giapponese più vicino.

I requisiti di ingresso e i regolamenti doganali sono soggetti a modifiche senza preavviso. Prima di un viaggio all’estero assicurarsi di controllarli con l’agente di viaggio e/o le autorità competenti. Ogni passeggero è l’unico responsabile dei documenti di viaggio necessari per recarsi nei paesi che intende visitare e rispettare le leggi e i regolamenti in vigore nei paesi visitati, sia per soggiorno, partenza o passaggio.